13 Aprile 2020/News

La patata è un tubero della famiglia delle Solanacee, è originaria del Sudamerica. È uno degli ortaggi più coltivati per via degli più svariati usi in cucina: basta pensare ai contorni con le carni, agli gnocchi, al purè, alle patatine fritte e tante altre ricette.        
Per la coltivazione, si adatta a temperature diverse ma necessita di un clima mite, senza eccessi di freddo o di caldo. Anche per il terreno non ci sono particolari esigenze, l’importante è che sia fresco, di medio impasto, organico e con un ph tendenzialmente neutro o leggermente acido. La lavorazione del terreno deve essere profonda per rendere la terra sciolta e molto drenante per evitare ristagni di acqua che farebbero marcire il seme.
Le patate si seminano a primavera, quando le temperature cominciano ad essere più miti. L’impianto viene effettuato utilizzando i tuberi, i cosiddetti tuberi-semi, “piccole patate” destinate solo alla semina. Il sesto d’impianto prevede file distanziate dai 70/80 centimetri, collocando una patata ogni 30 centimetri lungo la fila ed interrandola a 10 centimetri di profondità.       
Il tubero-seme, con temperature intorno ai 10 gradi, comincia a germogliare e da ogni gemma si genera un fusto. Normalmente, un tubero-seme genera più fusti creando un cespo sopra il terreno che sviluppandosi genererà più tuberi (che non sono altro che le patate che mangeremo …) in prossimità delle radici.    
Dopo la semina c’è bisogno di alcune accortezze: è necessario controllare le avversità e gli insetti che potrebbero compromettere il raccolto ed irrigare nel momento del bisogno. Una lavorazione indispensabile è la rincalzatura che elimina le erbe infestanti, aumenta la produzioni di stoloni e di conseguenza anche delle patate, scongiura l’inverdimento dei tuberi, ossigena il terreno e comporta tanti altri benefici per la coltivazione. 
Il tempo di maturazione cambia notevolmente a seconda della varietà seminata, sono necessari più di tre mesi e mezzo per le patate precoci, quattro o cinque mesi per le varietà tardive. Normalmente, i tuberi si formano arrivando a piena maturazione quando la pianta comincia ad ingiallirsi e a seccarsi. Dopo, non ci resta che raccogliere le patate …

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *